LICEO MANZONI
Viale Corbusier - 04100 Latina

HOME

Progetto di Ass.Specialistica “Il Quadrifoglio”

 Il progetto di Supporto Specialistico per l’integrazione scolastica è rivolto ad allievi con disabilità o in situazioni di svantaggio. Le attività sono intese, non come intervento ad personam, ma come processo di inclusione per l’intero contesto scolastico - e finalizzati alla partecipazione attiva ai processi di apprendimento nell’ambito dell’istruzione superiore di secondo grado ed al successo formativo, unitamente alla promozione effettiva di pari opportunità di accesso e permanenza nel sistema educativo. La Cooperativa Sociale “Il Quadrifoglio” è impegnata dal 2003 nel settore dell’Assistenza Specialistica rivolta ad alunni diversamente abili e in situazioni di svantaggio, in diversi Istituti Superiori della Provincia di Latina. Nel corso degli anni le figure professionali coinvolte (Psicologi, Pedagogisti, Educatori Professionali, Assistenti Sociali e OSS), hanno portato avanti progetti volti all’inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali, al fine di rafforzare le competenze di autonomia personale e sociale in ogni ambito della vita.


Con l'intento di condividere con tutti gli studenti, genitori, docenti e personale scolastico, l'operato dei nostri ragazzi, ci teniamo ad augurare a tutti voi e ai vostri cari, un Sereno Natale

Anno scolastico 2021/2022

 

 

 

 


Anno scolastico 2020/2021

MARY POPPINS - IL RITORNO

RAYA E L'ULTIMO DRAGO

I ragazzi che hanno partecipato al progetto di assistenza specialistica hanno condotto, nella seconda parte del pentamestre, un progetto teatrale che ha affiancato il laboratorio di cineforum. Dopo aver visionato dei film che affrontavano delle tematiche importanti quali: l'inclusione, l'amicizia, il coraggio, la speranza, ma anche l'avventura e il divertimento, i ragazzi hanno messo in scena alcune parti significative dei film rielaborandole e interpretandole. I film che sono stati rappresentati sono: "Mary Poppins il ritorno" e "Raya e l'ultimo drago". L'arte teatrale sviluppa l'empatia, migliora la percezione del corpo nello spazio,  apre al confronto e alla diversità. I ragazzi hanno manifestato un interesse crescente ed un entusiasmo nei confronti del laboratorio teatrale che ha reso evidente un miglioramento delle relazioni.

dott.ssa Franca Spirito

Psicologa-Psicoterapeuta 

Analista Transazionale Certificato CTA

 

 


ECO E NARCISO

Il laboratorio teatrale in questi  mesi ha visto i ragazzi coinvolti nella rappresentazione del mito di Eco e Narciso.

C'è stato un lavoro preliminare durante il quale si è realizzato l'albero del mito, con gli elementi che caratterizzano il genere mitologico. In seguito ai ragazzi sono stati presentati  i vari miti e tra tutti, a maggioranza, è stato scelto quello di Eco e Narciso.

Eco e Narciso rappresentano le due facce di una stessa medaglia, accomunati entrambi dal nascosto rifiuto di un legame profondo.

La leggenda di Narciso ed Eco racconta la storia di due opposti, Narciso incapace di guardare al di là di sé stesso ed Eco incapace di aver cura di sé stessa.

Narciso, con le sue caratteristiche di grandiosità e di vanità, ama solo se stesso e tiene il resto del mondo fuori dalla propria affettività. Non gli è possibile aprirsi all’altro. Così facendo, esclude anche la possibilità di trasformarsi: diventa il simbolo dell’identità immutabile nel tempo, che vede solo se stesso e la proiezione di sé nel mondo.

Eco è invece pura alterità: ha bisogno dell’altro per esprimersi e per essere riconosciuta, e non può esistere in una forma identitaria. Eco vive nella sola possibilità di riprodurre i suoni altrui. Priva di un’”identità”, si definisce completamente nel rapporto con l’altro.

Se non c’è comunicazione non c’è amore e se non siamo in grado di riconoscere l’amore non siamo in grado di comunicare. Non vi è dubbio che il mito tende a sottolineare il carattere fondamentalmente intransitivo dell’amore.

Buona visione a tutti.

OHSecurity is developed by Orange Hat Studios